Monthly Archives : maggio 2015

L’importanza di un test genetico per una dieta su misura

In tempi recenti il ruolo della medicina è profondamente cambiato, orientandosi in maniera sempre più decisa verso la prevenzione delle malattie cronico-degenerative. La genetica sta indirizzando la via della salute personalizzata che tiene conto della individualità genetica e quindi della variabilità.

Il progetto genoma umano ha dimostrato che il 99.9% del nostro genoma è identico per tutti gli individui mentre lo 0.1% è diverso da individuo a individuo ed è responsabile delle nostre variazioni e specificità, rendendoci assolutamente unici. Nella specie umana due soggetti differiscono in media per 3 milioni di nucleotidi.
In questa piccola parte del nostro genoma sono infatti presenti sia le varianti più frequentie verosimilmente benigne del genoma (polimorfismi) sia eventuali mutazioni (rare variazioni genetiche), potenzialmente responsabili di malattie ereditarie. Le differenze genetiche dovute ai polimorfismi genetici possono spiegare la diversa risposta individuale agli stessi cambiamenti ambientali, terapie farmacologiche, condizioni nutrizionali, attività fisica etc.
Diceva infatti Lucrezio: “Ciò che è cibo per me, può essere veleno per te”.

La variabilità individuale a livello del DNA (polimorfismi genetici) si traduce spesso in un modo del tutto esclusivo di reagire ad un particolare alimento, dieta o nutriente. Ed è qui che si inserisce la nuova frontiera della medicina preventiva, la Nutrigenetica.
L’obiettivo della Nutrigenetica è di creare uno schema dietetico mirato per ogni singolo individuo, in relazione al proprio patrimonio genetico, alla variabilità dei geni coinvolti nel metabolismo, ai vari nutrienti ed alimenti.
Il cibo infatti non serve soltanto ad apportare calorie ma a cambiare il nostro comportamento a seguito di sollecitazioni ambientali, a prevenire l’insorgenza di patologie multifattoriali quali obesità, diabete e a condurre una vita in buona salute.
I test genetici predittivi consentono l’individuazione di polimorfismi genetici che non sono di per se’ stessi causa di malattia, ma comportano un aumento del rischio di sviluppare una patologia o uno scompenso metabolico in seguito all’esposizione a fattori ambientali sfavorevoli.
Il test predittivo non è in alcun modo diagnostico, cioè non è in grado di stabilire se una persona svilupperà o no una certa patologia, ma fornisce indicazioni che consentono di adottare misure preventive mirate e personalizzate in modo da aumentare la probabilità di mantenersi in buona salute.

Per chi è indicata l’analisi DNA?
– Ai soggetti obesi, in sovrappeso o con patologie metaboliche che vogliono conoscere l’esistenza di predisposizione ereditaria al sovrappeso nonché stabilire un programma dietetico e dimagrante adatto al proprio profilo genetico;
– A quanti desiderano informarsi sulle proprie predisposizioni verso malattie cardiovascolari, respiratorie, neurodegenerative, del sistema immunitario, osteoporosi, al fine di contrastare gli effetti negativi dell’ereditarietà attraverso la correzione dello stile di vita, della dieta;
– Alle donne in menopausa, agli uomini in andropausa con l’obiettivo di stabilire la dieta e l’integrazione nutrizionale più adeguate alla propria salute;
– Quando si vogliono valutare gli aspetti genetici-metabolici del derma ed individuare la dieta e l’integrazione personalizzata per prevenire l’invecchiamento cutaneo;
– Agli atleti, agli sportivi ed a tutti coloro che hanno l’esigenza di seguire una dieta e di assumere gli integratori più indicati al proprio assetto genetico;
– A chi vuole conoscere il proprio grado di invecchiamento nonché le misure dietetico-nutrizionali e le cure più appropriate da interpretare con l’intento di migliorare l’età biologica.

I test genetici permettono di individuare le combinazioni alimentari più adatte ad ognuno di noi, in modo da elaborare uno schema dietetico personalizzato al 100%. Vengono prese in esame le diverse vie metaboliche al fine di poter elaborare una dieta il più possibile coerente con le caratteristiche genetiche della persona che si sottopone al test del DNA.
Nel caso siano state rilevate intolleranze si procede all’esclusione degli alimenti risultati positivi al test. A scadenze temporali definite vengono poi effettuati dei controlli sulle variazioni della composizione corporea indotte dalla dieta e, nel caso in cui siano state rilevate delle intolleranze, vengono preparati dei piani di reintroduzione mirati.
La dieta personalizzata ed esclusiva non è una dieta restrittiva. Si tratta, spesso, di consigli specifici sull’alimentazione e sullo stile di vita, piccole variazioni che a lungo termine possono avere un effetto significativo evidenziando l’importanza ed i benefici di una dieta Nutrigenetica su misura per ciascuno di noi.

Per ricevere ulteriori informazioni sui test genetici che vengono eseguiti nei miei studi, potete trovare tutti i riferimenti nella sezione “Contatti” del menù.

 

NUTRIZIONISTA PADOVA – DOTT.SSA LAURA CASSARO

Un'alimentazione corretta ed equilibrata costituisce un presupposto indispensabile per una vita in salute, diminuendo il rischio di comparsa di molte malattie quali ipertensione, patologie cardiovascolari, diabete ed obesita.
Nutrizionista Laura Cassaro
Privacy Policy
Cookie Policy